Suor Giuseppina

Da Accademia degli Oscuri.


Cognome e nome dall’Accademico (o dagli Accademici o degli Amici dell'Accademia) "ADOTTATORE/I di questo personaggio[modifica]

  Accademica EMANUELA  GUIDARELLI "La Felicina" ; con l'aiuto di Donatella VASARRI e di Colombo VASARRI
                                                                                           

Nome , cognome del PERSONAGGIO[modifica]

GALLORINI Leopolda (Suor Giuseppina)


== Pseudonimo, soprannome o diminutivo == SUOR GIUSEPPINA


== Luogo e data di nascita ==AREZZO 07 aprile 1923


== Luogo e data del decesso == Settignano (FI) – 11 giugno 2012


== Genitori ==Genitori : Giuseppe GALLORINI e Esterina SCAPECCHI


== Figli == NO


== Fratelli , o parenti importanti == Fratelli : Ada (1914) suor Mafalda – Elena (1917) – Ester (1920)


== Eventuali discendenti o parenti attualmente in vita == NO


== Araldica : (descrizione stemma /armi della casata o se possibile immagine ) == NO


== Attività, professione, mestiere o altro == Sposa di Cristo “suore Stimmatine”.


== Titolo di studio, titoli onorifico, encomi, riconoscimenti pubblici == maestra elementare


Storia del personaggio :[modifica]

Dopo  aver frequentato le scuole  elementari e medie ad Arezzo, si trasferisce a Firenze

presso un ist. di suore Stimmatine dove consegue il titolo di studio di maestra elementare. Nel frattempo sente la vocazione religiosa e si fa suora. Dal 1938 al 1941, rimane a Firenze nell’istituto dove era stata accolta ed insegna nella scuola materna locale. Successivamente viene trasferita a San Giovanni Valdarno dove insegnerà per tre anni, fino al 1944, presso la scuola elementare del paese. Il 1944 è l’anno del trasferimento a Torrita alla casa madre delle suore Stimmatine dove vi rimarrà per ventisette anni fino al 1971.ex casa madre suore Stimmatine di Torrita. Il suo soggiorno a Torrita è stato pieno di iniziative benefiche e sociali per la popolazione, concedendo però la priorità alla vita monastica. Nel frattempo dirige la scuola materna nelle ore antimeridiane e , nel pomeriggio accoglie i bambini delle elementari per un doposcuola, proponendo anche momenti di ricreazione. Con il riconoscimento da parte dello Stato della scuola elementare “pubblica” , suor Giuseppina è la responsabile e vi insegnerà con passione e devozione fino al 1971.Nel tempo libero prepara incontri di preghiera, ritiri spirituali per giovani e adulti,propone feste per bambini e genitori, organizza recite nel piccolo teatro dell’istituto e insegna musica e canto ai giovani. Viene ricordata dalle sue allieve per l’insegnamento del ricamo e del rammendo. Teatro Scuola di ricamo. Istituì, con successo, il gruppo “Cantori della Collegiata, famoso per la messa cantata della domenica e per le festività solenni, coadiuvata con cura e passione dal maestro Emilio MEACCI. In tutte le manifestazioni, culturali, ricreative o religiose, la figura di suor Giuseppina è sempre presente , specialmente quando prepara i bambini e le bambine alla prima comunione. per notizia e curiosità, suor Giuseppina, ricorda i nomi delle consorelle nel periodo del suo soggiorno a Torrita (1944 – 1971) suor Carlotta (madre superiora) suor Isolina suor Immacolatasuor Magina suor Gregorinasuor Alba ( molto conosciuta dalla popolazione perché era adibita alla questua ) Con il suo trasferimento a Settignano (1971) presso la casa “Madonna delle Grazie” dirige l’istituto dei bambini orfani, dopodiché insegna alla scuola materna statale in via Bruni a Firenze e alla la scuola elementare di Montebeni nel comune di Fiesole. La casa di Settignano è strutturata per l’accoglienza e al ricovero di persone (tutte donne) anziane non autosufficienti. Fino a pochi mesi fa, suor Giuseppina ha contribuito alla gestione amministrativa espletando mansioni presso il comune di Firenze in merito al ricovero e al mantenimento degli ospiti. Nella mia recente intervista, suor Giuseppina, è rimasta mortificata e dispiaciuta quando è venuta a conoscenza che la casa madre delle Stimmatine di Torrita non esiste più e che i locali sono stati trasformati in attività di ricezione alberghiera. Invece, è rimasta contentissima che i Torritesi si ricordino ancora di Lei: anche perché è serena e convinta di aver dato tutta la sua disponibilità per il bene del prossimo ed in particolare per i ragazzi e le ragazze del paese e per aver insegnato loro uno stile di vita improntato sulla lealtà, la concordia e la fraternità … e tutto in correlazione alla sua vocazione religiosa. Suor Giuseppina, saluta e ringrazia tutti con affetto, devozione e gratitudine, ricordando i suoi migliori anni trascorsi a Torrita in salute e in piena vitalità.


Opere o iniziative realizzate[modifica]

Specifiche frasi particolari e caratteristiche[modifica]

Aneddoti[modifica]

== Biografia == (si veda "storia del personaggio" )


== Bibliografia == NO

== Album fotografico : Ragazzi e ragazze della prima Comunione preparati da Suor Giuseppina.1958 1955 04.08.1961-alla posa della prima pietra della chiesa della” madonna del rosario” con don Giovanni TURCHI, don G. DE ROBERTIS, S.E. mons. Angelo BALDINI , l’arciprete don Otello SALETTI e don Valentino VANNOZZI.